Castel Gandolfo: uno dei borghi più belli d’Italia

Castel Gandolfo

Castel Gandolfo

Tra i vanti della città di Roma c’è anche quello di essere circondata da magnifici dintorni. Sono tante, infatti, le incantevoli località che abbelliscono la zona dei Castelli Romani.
Castel Gandolfo, sui Colli Albani, merita sicuramente un posto d’onore.
Il suo nome si deve ai Gandolfi, la famiglia di origine genovese che nel XII secolo volle costruire qui il suo castello.
Fu un’ottima scelta, e oggi il comune di “Castello” (come viene affettuosamente chiamato nel dialetto della zona) può dirsi uno dei borghi più belli d’Italia.

Castel Gandolfo Villa Barberini
Castel Gandolfo Villa Barberini

Notizie

Castel Gandolfo è conosciuto da tutti come la residenza estiva dei pontefici. Ma, visitando la cittadina, scoprirete che, oltre alla “sede staccata” del Santo Padre, c’è anche molto altro:

  • Ville e residenze d’epoca,
  • fiori,
  • una diffusa pulizia,
  • un’atmosfera romantica,
  • locali in cui ristorarsi,
  • e perfino un lago vulcanico che la rende indimenticabile.

Si tratta del lago Albano, nato proprio su un cratere, che con i suoi particolari bagliori ha il potere di incantare. Il nome del lago onora la memoria antica di Alba Longa, la città madre, culla della civiltà latina, che sorgeva in questo territorio.

 

Castel Gandolfo

Curiosità

Di notevole interesse riveste anche l’emissario del lago, una delle maggiori opere di epoca romana, scavato per quasi 3 chilometri.
Costruito al di sopra di un cunicolo che passa sotto il bordo del cratere, doveva stabilizzare il livello dell’acqua e poi distribuirla ai vicini terreni agricoli.  È sorprendente pensare che funziona ancora, più di 2000 anni dopo la sua creazione.

Sul lago si affacciano le Ville Pontificie, che accolgono anche le aziende agricole i cui prodotti riforniscono il Vaticano tutti i giorni dell’anno.
E da queste parti, in effetti, chiunque può mangiare bene come un papa!
Le Ville Pontificie sono un insieme di strutture divise in tre parti:

  • i Giardini Pontifici, ricchi di bellezze naturalistiche e fontane,
  • la Villa Cybo, costruzione elegante con il suo portone di marmo sorretto da piccole colonne,
  • e Villa Barberini, che conserva numerosi retaggi della zona residenziale e monumentale della Villa Albana di Tito Flavio Domiziano.

I resti di questa Villa si trovano per lo più nell’area delle Ville Pontificie di Castel Gandolfo, ma anche nella zona extraterritoriale delle stesse ville, e ad Albano Laziale. Un’estensione davvero notevole.
La Villa di Domiziano era infatti una grandissima residenza di campagna che si estendeva per ben 14 chilometri quadrati. Domiziano ci si trovava talmente bene che la fece attrezzare anche per la stagione invernale, e vi soggiornò costantemente.

 

Castel Gandolfo

Itinerari

Ma qual è il cuore pulsante di Castel Gandolfo?
Senza dubbio la Piazza della Libertà, in stile medioevale. Qui si affaccia il famosissimo Palazzo Pontificio, costruito a partire dal 1628 e oggi aperto al pubblico per volere di Papa Bergoglio.
Sul tetto del palazzo, sollevando gli occhi, vedrete la cupola del telescopio della Specola Vaticana, l’osservatorio astronomico della Chiesa Cattolica che fa capo alla Santa Sede.
All’interno del palazzo potrete ammirare:

  • la biblioteca,
  • lo studio,
  • la Sala degli Svizzeri,
  • la sala del Concistoro,
  • la camera da letto del Papa
  • e la cappella.

Proprio nella cappella, luogo privato ed emozionante, si trova un’opera di grande pregio: l’immagine della Madonna di Czestochowa, davanti alla quale tanti pontefici si sono raccolti in preghiera.

Sarà interessante osservare anche l’esposizione delle auto papali, e notare che dal Palazzo si gode di una vista eccezionale sul lago.

Nella Piazza della Libertà potrete inoltre soffermarvi davanti a due capolavori del Bernini:

  • la Chiesa Collegiata di San Tommaso di Villanova
  • e la fontana, collocata nel centro.

Siamo certi che trascorrerete delle ore indimenticabili a Castel Gandolfo, e vogliamo darvi un consiglio: per conservare un ricordo ancora più bello, non andate via prima di aver assaggiato qualche piatto tipico del luogo. Accompagnato, se vi piace, da un buon vino dei Castelli Romani!

 

Castel Gandolfo

Se cercate notizie sulle località da visitare, non esitate a consultare Blog Turismo