Turismo in Toscana: ottime ragioni per sceglierlo

Turismo in Toscana

Turismo in Toscana

Ogni regione italiana offre ottimi motivi per essere visitata.

Il grande patrimonio storico, artistico e culinario italiano ha fatto sì che ogni regione fosse di interesse per chiunque volesse cimentarsi in un tour alla scoperta del bel paese.

La Toscana è certamente diversa da tutte le altre regioni italiane.

Non ci si reca in Toscana perché ci sono dei luoghi che vale la pena vedere.

Ci si reca in questa regione perché, semplicemente, non ci sono motivi per non farlo o luoghi da non visitare.

La Toscana è unica al mondo perché ogni suo angolo è un piccolo scorcio di paradiso.

Senz’altro, questa regione è estremamente rappresentativa dell’Italia non fosse altro che per il fatto di custodire le origini della nostra lingua.

Questo è uno dei segreti del turismo in Toscana…

 

Toscana: a lezione di storia e geografia

La storia di questa regione è così complessa e ricca, almeno tanto quanto la sua conformazione e i suoi paesaggi, che non basta certo qualche riga per darle il giusto spazio.

Se ne possono scrivere libri interi che affascinerebbero chiunque proprio per le bellezze naturali e soprattutto per l’importanza che la storia di questa regione ha avuto per tutta Italia.

 

Territorio

Uno dei motivi per girare in lungo e in largo la Toscana è insito proprio nella conformazione del territorio stesso.

La Toscana non si fa mancare nulla.

Per la maggior parte è collinare ma ci sono zone di pianura come anche importanti massicci montuosi.

Tra i monti principali ci sono certamente Monte Prado e Monte Giovo e tra i più importanti valichi il Passo dell’Abetone.

Il più conosciuto tra i vulcani è il Monte Amiata, compreso tra la provincia di Grosseto e quella di Siena.

Il Monte Amiata diventa luogo turistico di estremo interesse grazie al panorama che offre ma soprattutto ai reperti storici e artistici ritrovati nei centri abitati dell’Amiata.

Una fra tutte è la Villa Sforzesca di Castell’Azzara.

Ma non finiscono qui i motivi per scegliere di progettare il turismo in Toscana…

Passando per fiumi e laghi, che arricchiscono la regione, si arriva alle più importanti pianure.

Le più conosciute sono di certo la Versilia e la Maremma.

La Versilia è quella parte di Toscana nord-occidentale che comprende, fra gli altri, il famoso comune di Forte dei Marmi, località turistica molto apprezzata.

La Maremma è un’area molto vasta, compresa tra Toscana e Lazio.

La Maremma toscana è tradizionalmente divisa in Maremma Pisana e Maremma Senese.

 

Il turismo in Toscana oltre Versilia e Maremma…

Alcuni territori protetti che fanno parte di quest’area permettono di mantenere intatte flora e fauna della zona, salvaguardando l’ambiente.

Il più importante è senz’altro il Parco nazionale della Maremma ma di grande rilievo è anche la zona archeologica di Vulci.

La Maremma è anche famosa per i butteri, pastori a cavallo tipici della zona, custodi della razza del cavallo maremmano.

Questa regione non si fa mancare neanche il mare e, anzi, offre nuovamente magnifici panorami.

Tra le più famose coste è doveroso nominare la costa dell’Argentario, promontorio della provincia di Grosseto, bagnato dal Mar Tirreno e dalla Laguna di Orbetello.

Il monte Argentario, da cui prende il nome, si trova lungo la costa toscana, a est dell’Isola del Giglio, una delle principali isole della regione.

L’isola più famosa è senza ombra di dubbio l’Isola d’Elba, situata tra due canali, quello di Piombino a est e quello di Corsica a ovest, e il Mar Tirreno a sud.

È la più grande isola dell’arcipelago toscano, ricca di storia e di musei da poter visitare, oltre che splendida dal punto di vista naturalistico.

L’Isola d’Elba, per la sua posizione, è anche un ponte linguistico tra Toscana e Corsica.

Solo leggendo i nomi di località così conosciute, cominciate a condividere la moltitudine amante del turismo in Toscana?

Ma non finisce qui…

 

Storia

La storia di questa regione inizia sin dalla preistoria ma, di certo, il periodo più importante è stato quello dal Medioevo in poi, in particolare per la nascita della lingua italiana.

Recarsi in Toscana per scoprirne tutta la sua storia significherebbe davvero decidere di fare un lunghissimo tour.

Se ci si sofferma sulle tappe più importanti, non si possono non visitare le principali necropoli etrusche, come Sovana, Populonia e Vetulonia.

Agglomerati di tombe del popolo etrusco che abitò la Toscana e parte del Lazio nel III secolo a.C.

Un altro passaggio importante per la storia di questa regione è il periodo tra il 1300 e il 1400 perché la Toscana, ed in particolar modo Firenze, diedero enorme contributo al Rinascimento italiano.

Come non citare la più importante famiglia che governò per lungo tempo questa regione e che ne ha lasciato una enorme traccia nella sua storia.

La famiglia Medici, che ha regnato sulla Toscana fino al 1737, ha costruito un pezzo di storia importante per questa regione, lasciandole anche un ragguardevole patrimonio storico-artistico.

 

Scoprire il turismo in Toscana: immergersi tra le sue infinite ricchezze

Lo abbiamo già detto.

Un territorio come questo è unico al mondo.

In questa regione c’è sempre qualcosa da vedere, da scoprire anche per chi ci è già stato.

Non basta un solo viaggio per dire di aver ammirato tutta la bellezza della Toscana.

 

Cosa vedere

In Toscana si ha davvero l’imbarazzo della scelta.

Ci sono, per ogni provincia, tanti luoghi che vale la pena visitare e che custodiscono patrimoni apprezzati (e invidiati) in tutto il mondo.

 

Arezzo e provincia

Arezzo spicca per la ricchezza di architetture religiose presenti in città e in tutta la provincia.

Ad Arezzo non può mancare la visita al Duomo che custodisce l’affresco della Maddalena di Piero della Francesca e mostra splendide vetrate, opera di Guillaume de Marcillat.

Anche fra le architetture civili e militari ci sono molti siti da visitare.

I più importanti sono di certo la Fortezza Medicea, la Casa del Petrarca, Casa Vasari e le Logge del Vasari.

La provincia di Arezzo offre altrettante bellezze sparse tra i suoi principali comuni.

Da non perdere il borgo medievale di Castiglion Fiorentino.

Altro sito interessante è la Cattedrale di Sansepolcro, comune nel quale si trova anche la casa di Piero della Francesca.

Arezzo e provincia non può mancare alla vacanza dedicata al vostro turismo in Toscana, ricordatevene, quando decidete di programmarla.

 

Grosseto e provincia

Recandosi a Grosseto, nonostante le stupende chiese presenti in città tra cui la Cattedrale di San Lorenzo, la visita più consigliata è quella al Palazzo Aldobrandeschi, uno dei principali palazzi del centro di Grosseto.

I comuni che fanno parte della sua provincia sono mete turistiche altrettanto apprezzate.

Tra le più note ci sono Sovana, Sorano e Orbetello famosi per le testimonianze etrusco-romane anche se vi si possono trovare anche monumenti medievali e rinascimentali.

La provincia di Grosseto vanta anche una vera e propria antica città etrusca, Roselle, chiamata anche Bagni di Roselle.

 

Livorno e provincia

Anche Livorno vanta il suo Duomo in Piazza Grande ma non è la sola cosa da visitare in città.

Tra i più importanti siti di interesse storico e artistico spiccano il Santuario di Montenero e il Palazzo delle Colonne di marmo.

I comuni in provincia di Livorno più caratteristici sono il borgo medievale di Suvereto e Populonia per le sue testimonianze etrusche.

 

Massa-Carrara e provincia

Le città di Massa e Carrara formano un’altra bella provincia toscana.

Entrambe le città hanno luoghi di interesse da visitare.

A Massa spiccano il Duomo, tra le architetture religiose, e Villa Pascoli tra gli edifici ottocenteschi, nella quale risiedette appunto il poeta Giovanni Pascoli tra il 1884 e il 1887.

A Carrara, più che nota per il marmo, si possono visitare la statua di Garibaldi, il nucleo medievale del palazzo Cybo-Malaspina e la casa di Emanuele Repetti, geografo, naturalista e letterato carrarese.

Nella provincia di Massa-Carrara spiccano i comuni di Fivizzano e Villafranca.

Il primo per essere un pregevole centro medievale e barocco e Villafranca come centro medievale legato a Dante Alighieri, in un territorio ricco di castelli.

 

Prato e provincia

Se si decide di visitare Prato non si può non dedicare del tempo, oltre che al suo Duomo, alla basilica di Santa Maria delle Carceri e al Palazzo Pretorio.

Nella provincia è molto noto il comune di Carmignano nel quale si trova una necropoli etrusca ma si può vedere anche una delle tante ville medicee della Toscana.

 

Pistoia e provincia

Pistoia è particolarmente nota per i suoi monumenti romanici e rinascimentali.

Non dimenticate di inserirla tra le mete del vostro turismo in Toscana, non ve ne pentirete.

Se si visita questa città è d’obbligo vedere la Cattedrale di San Zeno e il Battistero di San Giovanni in corte.

Tra le architetture civili spicca il Palazzo dei Vescovi.

La provincia pistoiese è famosa soprattutto per il comune di Montecatini Terme.

Qui si ammirano terme e palazzi in stile liberty ma Montecatini è anche borgo medievale.

Montecatini Alto, la parte più antica di Montecatini Terme, risale infatti al Medioevo.

 

Lucca e provincia

Se doveste decidere di recarvi a Lucca, la facciata e il campanile del Duomo vi lasceranno senza parole, così come il Palazzo Ducale.

La sua provincia vanta comuni apprezzati in tutto il mondo come ad esempio Viareggio, la città del carnevale.

 

Pisa e provincia

Che a Pisa si vada per visitare la famosa torre pendente si sa.

Ma questa città è ricca di luoghi di interesse per un turista che voglia scoprirla.

Si può visitare il Palazzo Pretorio con la sua torre dell’orologio, il Palazzo Medici, il Palazzo Lanfranchi, oggi sede del Museo di Grafica, oppure avventurarsi per i bei ponti della città, come il Ponte di Mezzo.

Anche la provincia di Pisa, come tutte le province toscane, vanta bei comuni e bellezze da vedere.

Fra tutti, sono di certo imperdibili San Giuliano Terme, con il suo parco termale e le ville rinascimentali, ma anche Volterra che conserva monumenti sia etrusco-romani che di epoca medievale e rinascimentale.

 

Siena e provincia

A Siena ci sono moltissimi monumenti da visitare.

Imperdibili sono il Duomo della città e il Palazzo Pubblico con la Torre del Mangia.

La provincia senese vanta comuni molto rinomati tra cui Montepulciano e Montalcino.

Quest’ultimo, oltre ad essere famoso per il suo vino Brunello, fa parte di quei comuni che rientrano nel territorio delle Crete Senesi.

Le Crete Senesi rappresentano la zona a sud-est della città di Siena e prendono il nome dall’argilla, o creta, presente nel terreno e che conferisce al paesaggio uno splendido colore grigio-azzurro.

Quest’area è conosciuta per la produzione del Tartufo Bianco delle Crete.

 

Firenze e provincia

Ultima ma solo per caso, una delle città più belle al mondo.

Firenze ha un fascino che è solo suo.

Affermare di aver vissuto l’esperienza di un verace turismo in Toscana, senza aver visitato Firenze, è una leggerezza davvero inconcepibile!

Tra le vie di Firenze si respira l’arte in ogni sua forma.

È una delle città emblema della grande cultura del bel paese.

Sarebbero moltissimi i luoghi da visitare a Firenze e, anche se non si ha molto tempo, ci sono delle “tappe obbligate” che vi faranno davvero comprendere la magia di questa città.

Prima fra tutte la Basilica di Santa Maria del Fiore con la sua splendida cupola e il Campanile di Giotto.

Da sopra la cupola o dal campanile si può ammirare un paesaggio stupendo.

La galleria d’arte più famosa è il Museo degli Uffizi che, tra gli altri, conserva “La Nascita di Venere” e “L’allegoria della Primavera” di Sandro Botticelli.

Meravigliosi Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti, tra i tanti presenti in città.

Fra i giardini spicca quello di Boboli e tra i ponti non ci si può esimere dal fare una passeggiata su Ponte Vecchio al tramonto, quando il sole che cala riflette sulle acque dell’Arno.

I comuni della provincia fiorentina non hanno nulla da invidiare agli altri.

Certaldo possiede un bellissimo centro storico medievale e Fiesole vanta testimonianze etrusco-romane ma anche monumenti d’epoca sia medievale che rinascimentale.

 

Arte e letteratura

La Toscana, ed in particolare Firenze, è culla d’arte e letteratura apprezzate in tutto il mondo.

L’arte, come abbiamo già ampiamente dimostrato, è presente in ogni importante città e nei suoi comuni limitrofi, in tutta la regione.

Ma non si può non ricordare che la Toscana ha dato i natali a moltissimi esponenti della letteratura italiana.

In epoca medievale, uno fra tutti è stato Cavalcanti che assieme ad altri letterati toscani ha contribuito al diffondersi del Dolce Stil Novo.

Movimento poetico italiano che ha conosciuto una notevole evoluzione grazie a Dante Alighieri, fiorentino doc e autore di opere in lingua latina e in lingua volgare, tra cui la Divina Commedia.

Per giungere all’umanesimo con Petrarca e Boccaccio fino all’epoca rinascimentale che vede questa bella regione regalarci la meravigliosa arte di Machiavelli.

Tra l’Ottocento e il Novecento, i personaggi letterari toscani più di spicco sono senz’altro Carducci e Ungaretti.

Durante le vacanze dedicate al turismo in Toscana è possibile visitare molti luoghi legati ai personaggi appena citati…

 

La Toscana a tavola

Le ricchezze di questa regione non stanno solo nei suoi paesaggi, nell’arte e nella storia che ne hanno fatto un posto speciale, ma anche e soprattutto le si trova sedendosi a tavola.

L’enogastronomia toscana spazia da ottimi vini a piatti della tradizione, dalla carne e il pesce fino ai dolci.

Alcuni fra i piatti italiani più rinomati al mondo vengono proprio da queste terre.

 

Mangiare

Fra i più celebri piatti ci sono sicuramente:

  • la bistecca alla fiorentina;
  • l’acqua cotta;
  • la farinata;
  • il lampredotto;
  • la pappa al pomodoro;
  • la ribollita;
  • la schiacciata alla fiorentina.

Molti altri sono i piatti della cucina toscana apprezzati in Italia e all’estero ma questi rappresentano più di tutti le tradizioni culinarie di questa regione in tutto il mondo.

Certamente, ha un suo “perché” mangiare le pietanze più famose della zona quando decidiamo di dedicarci al turismo in Toscana, per poi continuare a godersi tali manicaretti anche quando siete nelle vostre case…

 

Bere

La Toscana è anche terra di ottimi vini.

Quelli più rinomati sono il Chianti Classico delle province di Firenze e Siena, assieme al Brunello di Montalcino e al Vino Nobile di Montepulciano.

Ci sono altri vini però, di antica tradizione regionale, che è bene citare:

  • il Carmignano (uno dei vini più antichi della Toscana);
  • la Vernaccia di San Gimignano;
  • il Vin Santo.

 

Meta turistica per tutto l’anno: gli eventi in Toscana

Si potrebbe studiare un itinerario alla scoperta della Toscana attraverso gli eventi che si celebrano in questa regione durante tutto l’anno.

Sarebbe certamente un eccellente spunto per utilizzare al meglio il tempo dedicato al turismo in Toscana, non trovate?

Le feste tradizionali non mancano in nessuna provincia e molte sono fra le più conosciute d’Italia.

 

Autunno

Se doveste recarvi in Toscana nel periodo autunnale potrete vedere:

  • Giostra del Saracino – Arezzo edizione di Settembre;
  • Palio della Balestra – Sansepolcro nel mese di Settembre.

 

Inverno

Anche d’inverno questa regione offre eventi da non perdere:

  • Mercatini ed eventi – in tutta la Toscana per l’Epifania;
  • Carnevale – Viareggio nel mese di Febbraio.

 

Primavera

La primavera toscana vede protagonista la città di Firenze con due importanti eventi:

  • Scoppio del Carro – Firenze nel periodo della Pasqua;
  • Maggio Musicale Fiorentino – Firenze da fine Aprile ai primi di Giugno

 

Estate

Con l’arrivo dell’estate la Toscana è ancora meta turistica molto interessante, grazie anche agli eventi che propone:

  • Luminara, Regata di San Renieri e Gioco del Ponte – Pisa nel mese di Giugno;
  • Calcio storico fiorentino – Firenze nel mese di Giugno;
  • Giostra del Saracino – Arezzo edizione di Giugno;
  • Palio di Siena – Siena sia a Luglio che ad Agosto;
  • Pistoia Blues Festival e Giostra dell’Orso – Pistoia nel mese di Luglio;
  • Bravio delle Botti – Montepulciano nel mese di Agosto.

 

Turismo in Toscana: luoghi indimenticabili

È fatta esattamente di questo la Toscana.

Di luoghi indimenticabili nei quali hai voglia di tornare e ritornare ancora.

Dalla poetica bellezza di una città come Firenze all’arte di tante importanti città come Siena che mostra, tra le sue meraviglie, il bizzarro paesaggio delle Crete Senesi.

Da Pisa ad Arezzo e così via per tutte le altre città toscane, si trovano piccoli comuni, borghi poco conosciuti che invece fanno scoprire lati di questa regione che lasciano, se possibile, ancor più senza fiato.

Dai comuni sedi di necropoli etrusche a luoghi come Montecatini Terme, Montepulciano o Montalcino.

Passando per le bellezze naturali come il Parco Faunistico di Arcidosso al Monte Amiata che incanta con il suo panorama.

Finendo a tavola, dove tutta la genuinità di questa terra trova la sua migliore interpretazione.

Se si parla di eccellenza italiana questa regione può dire la sua.

La Toscana è essa stessa una delle più grandi ricchezze del bel paese.

Se volete ulteriori notizie specifiche su alcuni dei luoghi citati in questo articolo, o semplicemente volete valutare liberamente dove passare le vostre migliori vacanze, consultate il Blog Turismo.

Rating Utenti:
[Total: 11 Average: 5]