Spiagge del Salento: i caraibi a casa nostra

Spiagge del Salento

Le spiagge del Salento

Le spiagge del Salento possono essere, per chi non le conosce, una piacevolissima sorpresa…!

La penisola salentina, nella parte meridionale della Puglia, ha un mare bello come quello dei tropici!

Se state progettando una vacanza alla scoperta delle sue spiagge, avete solo l’imbarazzo della scelta.

Per aiutarvi nella decisione, vi descriveremo alcuni lidi del tacco dell’Italia che dimostrano che i Caraibi sono (anche) in Italia…

 

Punta Prosciutto

Nel comune di Porto Cesareo si trova quella che in tanti definiscono “La spiaggia caribica”.

La piccola baia, ricca di dune selvagge e vegetazione, vi conquisterà per la sua  sabbia candida e sottile e per l’acqua limpida che suona come un invito irresistibile.

Tuffarsi e praticare immersioni sarà un’esperienza fantastica.

La spiaggia è resa ancora più suggestiva delle due torri che la delimitano,

  • la Torre Colimena a nord
  • e Torre Lapillo a sud.

Questa meta è ideale per le famiglie, per le acque basse adatte ai bambini, e amata anche dagli appassionati di sport velici.

 

Torre Lapillo

Una spiaggia bianca tra le più lunghe di tutto il Salento!

Si trova 6 chilometri più a nord di Porto Cesareo ed è incorniciata da un mare azzurro i cui paesaggi subacquei – anche in questo caso – non hanno nulla da invidiare ai Caraibi.

Spiaggia libera o stabilimento? Decidete in base alle vostre esigenze, e in ogni caso vi troverete benissimo.

La sera potrete divertirvi e, perché no, dedicarvi alle danze nei tanti locali della zona.

 

Porto Selvaggio

Questa baia, in provincia di Lecce, vanta una spiaggia diversa dalle solite, perché composta da sassolini, e una scogliera che vi permetterà di cogliere un meraviglioso panorama.

Siate quindi agili nel camminare sugli scogli e sarete ricompensati dalla vista di un mare limpidissimo.

Alla sinistra della spiaggia noterete un sentiero: percorrendolo arriverete fino a Torre dell’Alto, un forte aragonese che oggi ospita un museo di biologia marina.

 

Torre dell’Orso (con le due sorelle)

Si trova nelle vicinanze di Melendugno e offre quasi un chilometro di

  • spiaggia sottile e argentata,
  • dune,
  • un mare di cristallo dal fondale basso (spesso premiato con la Bandiera blu),
  • e perfino una pineta con zone d’ombra,

che apprezzerete nelle zone più calde della giornata.

Anche questa baia vanta la sua personalissima torre, che la ha dato il nome e la sovrasta: Torre dell’Orso.

 

Le due sorelle nelle spiagge del Salento

E le due sorelle quali sono?

Potremmo non parlarvene, e una volta lì le riconoscereste in un battito di ciglia!

Sono proprio i due faraglioni che emergono dall’acqua a pochi metri dalla riva.

Secondo la leggenda, due sorelle affaticate cercarono ristoro nel mare in tempesta, dal quale tuttavia non riuscirono più ad uscire.

Gli Dei indulgenti le trasformarono allora nei due faraglioni che possiamo ammirare ancora oggi.

 

Roca Vecchia

Questa grotta, che dista circa 20 chilometri da Otranto, è uno spettacolo naturale senza pari.

Un tempo al suo interno si trovava una fonte, mentre oggi la grotta è riempita d’acqua di mare immacolata.

Nota come “La Poesia”, in ricordo della storia di una principessa che qui cercava refrigerio (per la gioia dei poeti che la ammiravano e scrivevano versi a lei dedicati), si può raggiungere in diversi modi:

  • a nuoto,
  • in barca attraverso un canale stretto,
  • oppure – solo per i più esperti – con un tuffo dalle rocce.

 

Punta della Suina

La spiaggia, vicina a Gallipoli si trova alla fine di una magnifica pineta ed è amatissima dai giovani.

Qui la natura è stata proprio generosa: due insenature, una accanto all’altra, sabbia bianca e una grande piscina naturale.

Non dimenticate di ammirare da Punta della Suina almeno un memorabile tramonto.

 

Porto Badisco

Si trova tra Otranto e Santa Maria di Leuca ed è proprio il luogo in cui Enea sbarcò, fuggendo da Troia: ce lo assicura Virgilio!

Si, perché le spiagge del Salento sono anche ricche di storia e leggende!

La sabbia non è tantissima ma in compenso il mare è fantastico e ricco di piante e pesci che aspettano solo di essere ammirati.

 

Castro Marina

Il piccolo paese di Castro, in provincia di Lecce, vede la presenza di una delle grotte più famose di tutto il Salento.

Stiamo parlando della Grotta Zinzulusa, che custodisce stalattiti e stalagmiti, somiglianti a panni stesi (gli “zinzuli”).

La potrete raggiungere con un’escursione in barca, ed è possibile percorrerla tramite passerelle e un percorso interno.

Non rinunciate ad un bagno nelle sue acque cristalline: sarebbe un vero peccato!

 

Acquaviva di Marittima

E’ una piccola cala nascosta che, una volta trovata, vi rimarrà ben impressa per la sua bellezza selvaggia.

Scogliere, vegetazione, e la sua caratteristica insenatura detta dell’Acquaviva per le numerose polle di acqua fresca di sorgente.

La cala si trova tra Castro e Marina di Marittima, e mantiene tutto il suo carattere selvaggio anche se è ben attrezzata con bar, ristorante, docce e parcheggi.

 

Queste sono le migliori spiagge del Salento, ma sappiate che, a ben cercare, potrete trovare molti altri punti adatti alle vostre vacanze…

 

Un consiglio: durante le vostre vacanze in Salento, cercate di vedere tantissime spiagge e ne apprezzerete la varietà.

Sarete in Puglia eppure, oltre ai tanti tratti sabbiosi che evocano i Caraibi, siamo pronti a scommettere che alcune scogliere vi faranno pensare  ai fiordi della Norvegia!

Se cercate notizie sulle località da visitare, non esitate a consultare Blog Turismo.