Firenze e l’Arno: meta dei turisti da tutto il mondo

Firenze e l'Arno

Firenze e l’Arno:

culla della cultura italiana e meta turistica apprezzata in tutto il mondo, Firenze è una città da visitare assolutamente almeno una volta nella vita.

Il capoluogo toscano sorge sulle sponde del fiume Arno, punteggiato di graziosi ponti che collegano le due parti della città, come il famoso Ponte Vecchio.

Il modo migliore di visitare la città è a piedi, perdendosi negli angoli dei quartieri ricchi di storia, arte e curiosità.

 

Firenze e l'Arno
Battistero

Il centro storico di Firenze

Il cuore di Firenze, dichiarato patrimonio UNESCO nel 1982, è il punto ideale per cominciare la propria visita.

Appena arrivate, idealmente nelle prime ore del mattino, assicuratevi di avere qualche ora a disposizione per vedere il complesso del Duomo.

Firenze e l’Arno non li dimenticherete facilmente, a causa del bellissimo tour che potrete fare…

  • Il Battistero (a opera di Andrea Pisano e Lorenzo Ghiberti),
  • il Campanile di Giotto
  • e il Duomo di S. Maria del Fiore, progettato da Filippo Brunelleschi,

sono pietre miliari dell’architettura; la terrazza del Campanile e la cima della Cupola offrono inoltre una vista impagabile sulla città.

L’architettura civile trionfa invece in Piazza della Signoria e Palazzo Vecchio, dove è conservata una copia del David di Michelangelo, simbolo di Firenze.

Continuate la vostra esplorazione della Firenze medievale e rinascimentale con il tour delle meravigliose chiese, attorno a cui si sviluppano quartieri con identità ben precise.

Santa Maria Novella, vicino alla stazione ferroviaria, conserva capolavori del primo Rinascimento di Masaccio e Paolo Uccello.

Santa Croce trionfa su un’ampia piazza con la facciata progettata da Leon Battista Alberti e al suo interno sono ospitate le tombe di

  • Michelangelo,
  • Niccolò Machiavelli
  • e Galileo Galilei.

Il convento di San Marco sorge in un tranquillo angolo soleggiato poco fuori dal centro ed è abbellito dai luminosi affreschi di Beato Angelico.

Orsanmichele ( detta anticamente anche San Michele in Orto) è una graziosa chiesa che sorge in via dell’Arte della Lana, antico cuore commerciale della città: sulle pareti figurano infatti le statue commissionate dalle Corporazioni.

Firenze e l'Arno

I musei

Sicuramente il fiore all’occhiello della città di Firenze è rappresentato dai suoi meravigliosi musei.

Prendetevi almeno mezza giornata per visitare il palazzo degli Uffizi, dove sono conservati capolavori di

  • Leonardo da Vinci,
  • Botticelli,
  • Michelangelo,
  • Filippo Lippi
  • e Tiziano.

Il palazzo in sé è un prodigio architettonico che racconta dell’intenso rapporto tra Giorgio Vasari e la Signoria dei Medici.

Per gli appassionati di scultura, è immancabile un giro nelle Gallerie dell’Accademia -dove troverete la scultura originale del David di Michelangelo- e nel Museo del Bargello -casa del David di Donatello.

Il Museo dell’Opera del Duomo racchiude la storia di Firenze tra il Medioevo e il Rinascimento e rivela il volto di una città artisticamente all’avanguardia sul piano internazionale.

Infine, Palazzo Pitti, oltre ad essere la cornice di eventi di moda, ospita ricche collezioni di arti applicate.

Di fronte, si può godere di lunghe passeggiate nei Giardini di Boboli, esempio eccellente dei “giardini all’italiana”.

Continuate a visitare la zona di Firenze e l’Arno, per trovare altri interessanti siti…

 Firenze e l'Arno

Dall’altra parte dell’Arno

Una volta visitate le principali attrazioni della città, non trascurate di attraversare l’Arno tramite uno dei pittoreschi ponti.

Al di là dell’Arno, potete salire la ripida scalinata che conduce a Piazzale Michelangelo, dove potrete ammirare uno stupefacente panorama di Firenze; da lì, proseguite verso San Miniato al Monte, nel cui cimitero giace Carlo Collodi, autore della fiaba di Pinocchio.

Non perdetevi inoltre Santa Felicita, dove si esprime al massimo il genio pittorico di Pontormo.

Un consiglio che riceverete da ogni fiorentino è inoltre quello di assaporare la convivialità toscana nel quartiere di San Niccolò Oltrarno, brulicante di ristoranti tipici meno costosi rispetto al centro storico e bar adatti ad ogni età.

 Firenze e l'Arno

 

La cucina toscana

A Firenze, si sa, anche il cibo è parte della cultura.

Un primo assaggio della varietà dei sapori toscani lo avrete al Mercato di San Lorenzo. E’ collocato dietro alla chiesa omonima (dove peraltro troverete le sublimi tombe michelangiolesche).

Nella stessa zona, le strade pullulano di banchetti che vendono il tradizionale panino con lampredotto; si tratta di un taglio di carne molto saporito, condito con aglio e salsa verde.

Firenze e l’Arno vi delizieranno con una tradizione all’altezza dei migliori palati!

Per pranzo, l’opzione migliore è concedersi una delle tradizionali schiacciate toscane, farcite con

  • salumi,
  • formaggi,
  • verdure,
  • olive,
  • miele e lardo

a seconda del proprio gusto, e camminare attraverso i mercati che vendono articoli di pelletteria, altro orgoglio fiorentino.

Per cena, vale la pena di spendere un po’ di più e assaggiare la succulenta bistecca alla fiorentina e irrorare il palato con un bicchiere di Chianti, oppure esplorare i sapori contadini

  • della ribollita,
  • della pappa al pomodoro
  • e dei cantucci alle mandorle.

Firenze e l'Arno

Firenze ed il suo fiume potranno essere un ottimo luogo dove trascorrere qualche giorno bellissimo, ma se preferite altre mete turistiche, troverete certamente quello che fa per voi nel nostro Blog Turismo.